Fitmark - Evolution BackPack

Ecco il nuovo arrivo in casa NonMangioStranoMangioSano!

IMG_6842.JPG

In realtà questo è il mio secondo Fitmark, ne ho un altro versione tracolla (leggi l'articolo qui).

Per chi non li conoscesse, sono zaini super speciali per tutti quelli che amano prepararsi il cibo a casa e gustarselo ovunque si abbia voglia: palestra, parco, ufficio, scuola.

Essendo sempre in giro per sfilate, campi da rugby, palestre e università, mi ritrovo molto spesso a fare pasti fuori casa e non sempre riesco a trovare qualcosa di buono ed economico:  una (a detta loro) insalatona con 1 grammo di tonno, 2 foglie di insalata a (in media) 7 euro o panino con chissàcosa dentro, non mi sembra una scelta soddisfacente (anche perchè dopo mezz'ora ho fame).

Così sono diventata campionessa di antiestetici contenitori e tupperware, avvolti rigorosamente in buste di plastica per evitare spiacevoli aperture, trasportati in altrettante buste di carta (H&M, Tezenis o Zara sono musthave buste-cibo) unite alla borsa da palestra e lo zaino per l'università (sperando di non avere qualche lavoro da modella in cui dovrei portare un altro cambio e scarpe con il tacco).

Insomma,per farla breve: un mulo da soma.

Ecco, Fitmark, quando dico che mi ha cambiato la vita non esagero. 

Esistono decine di tipi di zaini, borse,valigie, tracolle o semplicemente portapasti per ogni evenienza: ci metti dentro tutto, dal pc per l'università, al cambio per la palestra, al pranzo e l'eventuale snack.

Tutto in maniera decisamente cool (per chi non conoscesse l'inglese, la traduzione letterale è "tutto in maniera da non sembrare una scappata di casa").

Per presentarvelo al meglio, con tutte le difficoltà psicologiche e tecnologiche (vi prego quindi di accettare il mio grande sforzo), ho deciso di girare un video, perchè le foto non gli rendono giustizia.

Lo zaino è questo :  Evolution Backpack , attualmente in vendita in sconto a 99.99€.

Se al momento dell'acquisto, usate il codice FM20fitmarkbagsEu, avrete uno sconto del 20% !

Quindi questo gioiellino lo si paga solo 79.98 € .

Vi lascio quindi con questo supervideo homemade ricco di dislessia e panico da prima volta, sperando vi spieghi meglio come è fatto.

NonMangioStranoMangioSano

Muffin al cuore di cioccolato (proteici)

Ecco la ricetta di muffin senza latte e senza glutine ad alto contenuto proteico, perfetti per merende e spuntini sani.

IMG_5290.JPG
IMG_5292.JPG

INGREDIENTI per 11 muffin:

  • 100 gr di farina di avena istantanea (oppure fiocchi di avena)
  • 30 gr di proteine in polvere (puoi usare quelle senza aroma o al cioccolato)
  • 1/2 cucchiaino di bicarbonato o 1/2 bustina di lievito per dolci
  • 300 gr di albumi
  • 1 banana grande matura
  • 1 cucchiaio di miele o dolcificante a piacere 
  • 80 gr di cioccolata fondente
  • Latte di soia q.b

 

PROCEDIMENTO

Sciogli il cioccolato a bagnomaria con un filo di latte di soia. Una volta allo stato liquido, versa il contenuto negli stampini da ghiaccio (te ne serviranno tanti quanti sarà il numero di muffin) e riponili in freezer a solidificare.

Nel frattempo metti tutti gli ingredienti secchi in una ciotola, schiaccia e aggiungi la banana, il miele e infine gli albumi. Mescola con le fruste fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.

IMG_5293.JPG

Prendi gli stampini per muffin e riempili per 1/3 di impasto, poi tira fuori i cuori di cioccolato dal freezer, prendine uno, mettilo nello stampino e ricopri con altro impasto per un altro 1/3. (Non riempire gli stampi dei muffin completamente o rischierà di fuoriuscire il tutto durante la cottura.)

Cuoci in forno statico a 170-180°C per 20 minuti.

  

Ciascun muffin contiene questi valori nutrizionali:

  • Grassi 5 g - di cui saturi 2.6 g
  • Carboidrati 14.6 g
  • Proteine 7.7 g
  • Fibre 1.5 g
  • Calorie 138

Possono essere consumati come spuntino tra un pasto principale e l'altro, accompagnati da un caffè o una tazza di the dato il loro completo profilo nutrizionale.

#NonMangioStranoMangioSano

SPAGHETTI DI ZUCCHINE AL PESTO E TOFU

Ecco la mia ricetta vincitrice del contest "Ricette di Natale" organizzato da Natura Nuova : spaghetti di zucchine, pesto, tofu con pinoli e pomodorini secchi.

Per trovare altre ricette vegetariane visita il sito www.natura-nuova.com/ricette/

INGREDIENTI PER 2 PERSONE


PROCEDIMENTO
Con l'apposito attrezzo, crea gli spaghetti di zucchine e spruzzaci
sopra del succo di limone.
In un contenitore alto e stretto, metti le foglie di basilico, il tofu
tagliato a cubetti (tienine da parte un po' per la decorazione), un
pizzico di sale, un paio di pomodori secchi e aggiungi l'olio
extravergine di oliva. Attiva il minipimer e frulla fino ad ottenere
una crema liscia.
Prendi una padella e mettila sul fuoco, quando ben calda fai saltare
gli spaghetti di zucchine con la crema per 1-2 minuti (presta
attenzione: più li lasci in padella più si cuociono e si sfaldano).
Decora il piatto con della granella di tofu e pezzetti di pomodori secchi.

#NonMangioStranoMangioSano

Brownies Proteici

INGREDIENTI

IMG_4867.JPG
  • 300 g yogurt magro bianco (+4 gocce di Tic senza aspartame o 2 cucchiaini di miele)
  • 2 uova intere 
  • 100 ml di albume
  • 40 g di proteine isolate senza aroma o al cacao (io ho usato le Pea Protein Isolate di MyProtein)
  • 60 g di farina d'avena o avena istantanea (io ho usato l'avena istantanea di MyProtein)
  • 60 g di cacao in polvere amaro
  • 60 g di cioccolato amaro extra fondente (più è alta la percentuale, più i brownies saranno amari)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • 25 g di zucchero di canna o 2 cucchiai di miele

 

PROCEDIMENTO

  1. Sciogli il cioccolato a bagnomaria 
  2. Una volta fuso, aggiungi lo yogurt addolcito
  3. Metti insieme tutti gli ingredienti secchi (farina, cacao, bicarbonato, sale, zucchero di canna) e aggiungi le uova e l'albume.
  4. Unisci il cioccolato fuso e yogurt alla ciotola di ingredienti secchi e mescola.
  5. Il risultato sarà una crema densa e liscia. Se è troppo consistente, aggiungi altro yogurt.
  6. Versa il composto in una teglia piccola e alta, rivestita di carta da forno.
  7. Cuoci a 150° a forno statico i primi 10 minuti, poi a 180° per 20.

 

IMG_4869.JPG

INFORMAZIONI NUTRIZIONALI

Questo dolce è per 6 persone. Ciascuna porzione contiene questi macronutrienti:

  • Grassi 9.7 g - di cui saturi 4.5 g
  • Carboidrati 16.8 g
  • Proteine 15.9 g
  • Fibre 3.9 g
  • Calorie 234

 

Una porzione può essere consumata come snack o merenda accompagnata da un bicchiere di latte o una tazza di tè.

 

 

LINK:

http://www.myprotein.it/nutrizione-sportiva/proteine-isolate-del-pisello/10530136.html

http://www.myprotein.it/nutrizione-sportiva/avena-istantanea/10529296.html

Codice sconto: FRAFIT (-10%)

Esercizi per prevenire il mal di schiena (e avere un lato B niente male!)

Il "mal di schiena" colpisce circa l'80% degli adulti ma solo nel 20% dei casi deriva da vere e proprie patologie vertebrali.

Alcune cause del dolore possono essere:

  • Sovrappeso 
  • Atteggiamenti posturali non corretti 
  • Scarsa tonicità muscolare (addominale, lombare e dorsale)
  • Tensione muscolare 
  • Origini viscerali 
  • Lesioni neurologiche 
  • Traumi

 

Anche l'atleta, durante periodi di maggiore intensità dei carichi di allenamento, può avvertire questo disturbo che può derivare da:

  •  Insufficiente riscaldamento generale/specifico
  • Compressione delle colonna vertebrale durante e dopo l’allenamento
  •  Squilibrio di forza e di elasticità della muscolatura (colonna vertebrale, bacino e femori)
  •  Insufficienti esercizi di stretching e mobilità articolare 

 

Come prevenire

1) Mantenere sempre FORTI i muscoli

  •  che flettono la gabbia toracica sul bacino
  •  che estendono le cosce sul bacino (Grande gluteo, Bicipite femorale, Semitendinoso, Semimembranoso, Grande adduttore, Piriforme e Grande Gluteo) in quanto portano il bacino in posizione di retroversione, stabilizzando l'articolazione Sacro Iliaca, attenuando la lordosi lombare . 

2) ALLUNGARE e MANTENERE elastici i muscoli che estendono la gabbia toracica sul bacino e i muscoli che flettono le cosce sul bacino.

Ecco di seguito un video che permette di mantenere forti i muscoli del bacino, ridurre il rischio di mal di schiena e avere un lato B davvero niente male!

 

  •  10 slanci posteriori a gamba tesa (non anteroflettere il bacino, trad: non buttare il sedere in fuori!)
  •  10 slanci esterni, piede perno dietro
  •  10 slanci interni, piede perno dietro
  •  10 slanci esterni, piede perno avanti
  •  10 slanci interni, piede perno avanti
  •  10 slanci posteriori a gamba flessa .

 

Cambia gamba e ripeti tutto 4 volte.

 

NonMangioStranoMangioSano

Cosa mangiare dopo l'allenamento

I carboidrati sono essenziali per poter svolgere al meglio un allenamento, favorire il recupero, limitare il catabolismo, tenere alto il metabolismo e mantenere i muscoli più tonici.
Ma le proteine, vitamine e minerali?
Anche!
 

Ho provato le proteine (Fit berry) e i superfoods (berry boost) di @naturalmojo_it e devo dire che mi sono trovata molto bene durante il mio post workout.
ℹ️Le proteine sono arricchite di sali minerali, presentano naturalmente carboidrati e quindi vanno a costituire uno spuntino perfetto per il dopo allenamento.
➡️

In più ho aggiunto nello stesso shaker gli antiossidanti e le vitamine dei frutti rossi (berry boost) per limitare l'accumulo di radicali liberi formati dallo stress muscolare, favorire il recupero e preparare il mio corpo ad affrontare l'inverno ❄️ ⛄️ 
-15% di sconto: francescamarziali15

NonMangioStranoMangioSano

 

come imparare ad eseguire correttamente uno squat

Uno degli esercizi base del bodybuilding e per tonificare il nostro low body, è lo squat.
 

Per far sì che i suoi benefici siano efficaci, e per aumentare il carico nel Front/Back squat e stacco inn tutta sicurezza, è fondamentale eseguirlo correttamente:

  • piedi larghi un po' più delle spalle;
  • le ginocchia non devono superare le punte dei piedi;
  • il peso è sui talloni, ma le punte dei piedi non si sollevano da terra;
  • gli addominali sono attivati
  • il bacino è in retroversione, ovvero scivola leggermente in avanti ( No sedere in fuori e schiena inarcata )


In questa maniera lavoreranno meglio i quadricipiti, bicipiti femorali e i glutei, senza sovraccaricare la parte lombare nè le ginocchia. 
Tutto solamente con il tuo peso corporeo!

In questo video sto eseguendo lentamente lo squat al TRX , in modo da apprendere al meglio la tecnica di esecuzione e imparare bene a sentire tutti i muscoli coinvolti.

Se non hai mai fatto uno squat o credi che la tua tecnica non sia eccellente, aiutati con il trx e tieni a mente le regole fondamentali scritte sopra. 
I risultati e benefici non tarderanno ad arrivare 😉💪🏻
#NonMangioStranomangioSano

Protein Shake - come quando e perchè

Come spesso vi racconto nelle mie iGStories, le proteine in polvere sono un integratore alimentare, ovvero un alimento liofilizzato che viene aggiunto alla dieta nel caso in cui il solo cibo non bastasse per raggiungere il fabbisogno proteico (a causa di inappetenza, dieta ipocalorica o vegana)  o come comodo snack unito ad una fonte di carboidrati e grassi.

La quantità giornaliera consigliata di proteine va da circa 1 g/kg/Pc nei casi di sedentarietà, a 2 g/kg/Pc nei vasi di attività fisica intensa quotidiana.

Sono apprezzate per via della loro praticità e variabilità del gusto, ma non devono sostituire la normale dieta perché:

  1. il cervello ha necessità di mangiare cibo solido per appagare una serie di ormoni, tra cui il cortisolo (l'ormone dello stress che spesso porta a fame nervosa)

  2. mangiare proteine solo in polvere può portare a piccoli effetti indesiderati, come il gas intestinale.

Altri punti importanti:

  • le proteine sono i costituenti principali di organi e muscoli e una loro carenza può portare al catabolismo (perdita di cellule muscolari per la produzione di energia) con conseguente abbassamento del metabolismo, ipotrofia e stanchezza.

  • le proteine non fanno dimagrire. È il piano alimentare sano ed equilibrato (quindi carboidrati, proteine, grassi e fibre) insieme all'attività fisica che fanno aumentare il vostro metabolismo e dimagrire bruciando il grasso in eccesso, non le sole proteine.

  • Un eccesso di proteine, a discapito dei carboidrati, appesantiscono fegato e reni con la produzione di corpi chetonici, allontanadovi dall'obiettivo.

  • Eliminare i carboidrati fa si che il corpo se li debba produrre da solo, perché certi organi, come il cervello, funzionano solo a glucosio (un carboidrato semplice) partendo proprio dalla scissione delle proteine. Quindi è come se assumeste proteine per produrre glucosio, però con una serie di reazioni chimiche organiche che a lungo andare possono provocare danni epatici, renali e non solo.


Se non sai quale sia il tuo fabbisogno calorico, proteico e glucidico, rivolgiti ad un professionista laureato del settore e magari chiedi di fare anche una BIA in modo da conoscere il tuo metabolismo basale e il tuoi fabbisogni.
Raggiungere il tuo obiettivo non sarà mai stato così facile.

#NonMangioStranoMangioSano

Biscotti VEGAN al burro di arachidi e cioccolato - MyProtein

Ecco qui una nuova ricetta per chi è intollerante alle uova e al latte o semplicemente ama seguire una dieta vegana.
 

Per 20 biscotti:

  •  3 cucchiai di burro di arachidi crunchy myproteinit
  • 1 cucchiaio di zucchero di canna
  • 50 grammi di cioccolato fondente
  • 140 g di farina 00
  • 1 cucchiaino di bicarbonato - 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
  •  100 ml di latte di soia
  1. Mescolate bene tutti gli ingredienti (il cioccolato fondente a scaglie alla fine) se l impasto risulta troppo denso, aggiungete un filo di latte di soia. Mescolate con un cucchiaio o delle fruste fino ad ottenere un composto denso.
  2. Aggiungete il cioccolato fondente e impastate con le mani, fino ad ottenere una pala liscia.
  3. Formate delle palline e adagiatele su una teglia rivestita da carta da forno
  4. Cuocete per 12-15 minuti a 180*C a forno statico.

 

Con il burro di arachidi si possono fare davvero mille ricette, usandolo come sostituto delle uova. Si può spalmare su pane, cracker... oppure mangiare a cucchiaiate!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ottimo anche come snack, vista la grande quantità di proteine e acidi grassi, basta aggiungere un frutto o una fetta biscottata per aggiungere la quota glucidica.

Circuito addominali

Ecco un nuovo  video sul mio circuito abs preferito che eseguo ogni volta che mi alleno, prima di iniziare a lavorare sui gruppi muscolari.

La mia routine di solito è:

  • spin bike 5 minuti
  • circuito abs
  • allenamento - gruppo muscolare

Preferisco allenare l'addome prima e non alla fine del workout , in modo da scaldare e preparare tutto il CORE a tutti quei movimenti in cui è richiesto una forte stabilizzazione del bacino e della colonna vertebrale.

- tocco laterale delle caviglie
- crunch stella
- distensione delle ginocchia al petto.

20 ripetizioni ciascun esercizio. Poi pausa di 60 secondi.
Ripeti 3 volte.

 

Colazione naturalmente proteica

Colazione ricca di proteine e con tutti i macronutrienti necessari per tenere sotto controllo l'indice glicemico e non arrivare a pranzo con una fame da lupi?

E' possibile, basta saper scegliere gli alimenti con cura e gusto:

  • Yogurt magro ai mirtilli: fonte di proteine
  • semi di chia: acidi grassi essenziali omega 3 e omega 6
  • cereali integrali: carboidrati e zuccheri
  • scaglie di cocco: zuccheri
  • pesca: vitamine, fibre e zuccheri

Foam Roller

Il foam roller è un tubo di schiuma espansa e indurita, ce ne sono in diverse intensità da soffici ai più solidi.

Molti lo utilizzano per applicare pressione ai punti dolenti del proprio corpo (i trigger point), determinando quello che viene chiamato autorilascio miofasciale o auto massaggio.
Questo attrezzo aiuta nella prevenzione di lesioni e dolore, migliora la circolazione e il range di movimento, e supporta il recupero migliorando l'efficienza neuromuscolare. 

 

Si può utilizzare il Foeam roller in 2 modi:

  1. Il Cross Friction, frizione incrociata lavorando ad un angolo di 90 gradi rispetto le fibre muscolari anzichè lavorando nella stessa direzione delle fibre muscolari. 

  2. Il Rolling, consiste in movimenti lenti e sistematici in parallelo alla direzione delle fibre muscolari con l' obiettivo di incoraggiare la circolazione sanguigna verso l'area desiderata.

Tenendo una pressione sostenuta su una zona di trigger point verrà ridotto l'ipertono muscolare, aumentato il flusso di sangue e di ossigeno ai tessuti, rimossi i rifiuti metabolici e cambiata la viscosità per un miglior movimento complessivo del tessuto.
 

I benefici derivanti dalla terapia con il foam roller sono ottimi sia nella fase di riscaldamento sia nella fase di defaticamento di un allenamento o partita.

Nella fase di riscaldamento il Grid prepara al meglio i tessuti molli per la "domanda" successiva del workout vero e proprio: aumenta la tolleranza dei tessuti, ottimizza il rapporto tensione-lunghezza, aumenta l'efficienza del movimento e la forza prodotta, diminuisce la frequenza cardiaca

Il rolling non dovrebbe mai formare dei lividi e chi ne fa uso dovrebbe sentirsi meglio dopo una seduta svolta.

È sempre buona norma consultare il proprio medico, soprattutto in alcune condizioni patologiche delicate : osteoporosi, terapia con gli anticoagulanti, diabete, ipertensione, vene varicose, gravidanza.

Crostata integrale senza burro ai frutti di bosco

Una buona crostata, magari integrale e senza burro...è possibile farla?

Certo che si!

L'ho preparata ieri sera ed è stata divorata stamattina: io ho mangiato questa bella prima fetta con una tazza di the verde..e poi non l ho più trovata! :D

 

-INGREDIENTI-

1 barattolino di marmellata ai frutti di bosco
Stampo di diametro di 28 cm:
50 ml di acqua
280 g di farina integrale
8 g di lievito per dolci
Scorza di limone
40 ml di olio di semi di mais
1 pizzico di sale
2 uova
70 g di zucchero di canna

-PROCEDIMENTO-

In una ciotola riunire tutti gli ingredienti secchi (ovvero farina integrale, zucchero di canna, lievito e sale) con la scorza di limone o vaniglia.
Al centro, unire le uova, l’olio di semi e l’acqua.
Mescolare accuratamente inglobando man mano le polveri.
Trasferire la frolla sul piano di lavoro ed impastare a mano fino ad ottenere un panetto compatto, non appiccicoso. Se necessario, aggiungere altra farina.
Prendete la pasta, formando una palla, avvolgetela nella pellicola e far riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Infarinate e oliate lo stampo

Trascorso il tempo di riposo, riprendete la pasta frolla e stendetela alta circa 3/4 mm e larga circa 30 cm.

Tagliate il bordo in eccesso, con un coltello o un utensile zigrinato se volete dare una fantasia e mettete la frolla nello stampo.

Versate e spalmate la marmellata, riprendete la frolla di scarto e ricavatene delle strisce da riporre sopra la marmellata.

Infornate a 180° per circa 30 minuti.


Questa ricetta è meno energetica rispetto la pasta frolla tradizionale, per via dell'assenza di burro, ma comunque calorica!
Si distingue per il maggior apporto di fibre e per il minor contenuto in colesterolo e grassi saturi.
Una porzione è perfetta per colazione o un'occasionale dolce merenda!

Tag Cloud Block
This is an example. Double-click here and select a page to create a cloud of its tags or categories. Learn more

KRK

Agosto 2016

 

New Essentials Fall 2016

Viziata! 😍

E' appena arrivato il nuovo outfit total @niketraining per i miei allenamenti ed ecco le novità:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




 

  • Bra  NIKE PRO HYPER CLASSIC PADDED : novità assoluta in casa Nike, questo top è caratterizzato da strati esterni tipo Flywire per il massimo supporto, imbottiture removibili per un design che esalta le forme, taglio all'americana in mesh per la massima freschezza. Ideale per il running, allenamenti in palestra, allenamenti NTC Strength.

NonMangioStranoMangioSano

Granita al limone (senza gelatiera)

Per combattere il caldo afoso non c'è nulla di meglio di una granita al limone! Questa ricetta l'ho preparata con l'estrattore di succo Smeg 50's Style per il mio #momentobenessere.

Dosi consigliate per 2 persone

 

Ingredienti: 

  • 100 g di zucchero di canna
  • 4 limoni non trattati
  • 150 ml di acqua 

Preparazione:

Sciogli lo zucchero con l'acqua a fuoco basso mescolando. Fai bollire per 5 minuti, poi spegni e lasciare raffreddare in una ciotola. Lava i limoni, elimina la scorza e i semi e ricavane il succo tramite l'estrattore.

Una volta ottenuti circa 200 ml di succo, incorporali nello sciroppo oramai freddo. Mescola e sigilla il contenitore con la pellicola per alimenti. Lascia riposare il composto per 30 minuti nel freezer, poi filtrarlo con un colino e riponilo nuovamente a riposare.

Ogni mezz'ora apri e mescola il composto con una forchetta fino al raggiungimento della consistenza desiderata.

Per un tocco di freschezza in più, decorare con delle foglie di menta.

Lasciati ispirare dalla natura e dagli scatti del concorso @smeg50style : partecipa in prima persona scattando la tua foto o vota la tua preferita.
In palio ci sono dei bellissimi premi tutti firmati #Smeg50Style ! 😍😍😍.

Per sapere come vincere vai al sito www.smeg50style.com/it/momentobenessere !

Gelato Gluten-Free @GelatoMadre

In questo periodo di caldo, dove l'idea di mangiarsi un gelato è all'ordine del giorno, un pensiero mi è andato anche a coloro che purtroppo soffrono di celiachia o di intolleranza al glutine e che quindi non possono mangiarne molti o si devono limitare a gustarli solo dalla coppetta.


Il glutine è una proteina di alcuni cereali che consente a farina e acqua di legarsi insieme e dare vita a un impasto elastico fondamentale per molte ricette (pane, pasta, cialde, crackers) e a volte utilizzato come semplice addensante in alcune preparazioni.
 

Questa ricetta è davvero semplice da preparare e permette anche a chi non può, di gustarsi un buon Gelato - con la G maiuscola -  e ingredienti DOP non solo dalla coppetta.

Parola d'ordine: fantasia. 


 

PER I BISCOTTI:

  • 175 G FARINA DI RISO
  • 1 UOVO
  • 70 G DI ZUCCHERO
  • 70 G DI BURRO
  • UNA BUSTINA DI VANILLINA
  • 5 G DI LIEVITO (UN CUCCHIAINO) 
  • BUCCIA GRATTUGIATA DI LIMONE
  • SE L'AVETE UN CASA: 1/2 CUCCHIAINO DI GOMMA DI #XANTANO.

PER LA DECORAZIONE:

  • CIOCCOLATO FONDENTE/BIANCO
  • NOCCIOLE
  • SCAGLIE DI PISTACCHI
  • SCAGLIE DI COCCO
  • ZUCCHERO DI CANNA
  • PRALINE
  • FONDUTA DI CIOCCOLATO

PER LA FARCIA:
GELATOMADRE al gusto che preferite.

PROCEDIMENTO:

In una ciotola lavorate il burro morbido a temperatura ambiente con lo zucchero e la vanillina finché il burro e lo zucchero non si saranno amalgamati fra di loro formando un composto spumoso. Unite poi l'uovo e amalgamate bene il tutto.
Aggiungete la scorza di limone e, a poco a poco, la farina setacciata con il lievito.
Impastate velocemente finché l'impasto non comincerà a staccarsi da solo dalle pareti della ciotola e formate una “palla”.
Avvolgetela nella pellicola e mettetela in frigorifero per una mezz'oretta.

Stendete la palla con un mattarello, tagliatela con un coppa pasta e adagiate il cerchio su carta forno. Aggiungete gli ingredienti solidi e premete delicatamente, in modo che affondino nel biscotto (altrimenti cadranno!).

Infornate a 180° a forno statico per circa 15 minuti- fino a doratura). Una volta sfornati, lasciate raffreddare completamente e quando freddi, farcite con GelatoMadre.

 

NonMangioStranoMangioSano

Pineapple

Insalata di riso, farro, grano, avena e orzo con carciofi, mais, olive verdi e nere, pisellini..e ananas!

☝️Inutile allenarsi tanto se poi non si mangia sano e pulito! 
Per la vostra pancetta, i fianchetti, le cosce...potete uccidervi di addominali, adduttori, creme anti cellulite e tutto quello che volete..ma inutilmente se non cambiate le vostre abitudini alimentari!

L'allenamento , sul nostro metabolismo e corpo, incide solo del 20-30%, mentre il restante 70-80% è dato dallo STILE ALIMENTARE!

Quindi potete correre quanto volete, ma se continuare ad mangiare disordinatamente o troppo Junk-food o cibi non salutari con altrettanti metodi di cottura ...il vostro corpo non cambierà!

NonMangioSanoMangioStrano

Tempeh, gnocchi di riso, fagioli di soia e pomodorini

Oggi  vi propongo una ricetta vegetariana, saporita e adatta anche ai celiaci.

Ma, leggendo il titolo, la domanda sorge spontanea...Cos'è il Tempeh?

È originario del sud-est asiatico e diffusissimo in Indonesia, ha la forma di un panetto solido e deriva da un ingrediente molto conosciuto: è un fermentato della soia gialla e viene anche chiamato “carne di soia” per via del suo elevato contenuto proteico.

100 grammi di Tempeh contengono circa:

  • 170 Kcal
  • 20 g di proteine
  • 6.5 g di grassi
  • 6.5 g di carboidrati

ed è ricco di: Omega3, folati e sali minerali quali calcio, potassio e fosforo.

In cucina si può utilizzare in tanti modi...ci vuole solo un po' di fantasia!
Ecco, quindi, la mia versione #NonMangioStranoMangioSano con il tempeh di @naturanuova (http://www.natura-nuova.com/it/prodotti/proteine-vegetali/tofu-and-tempeh/tempeh ) . 

 

 

Ricetta facile, fresca, saporita e senza glutine (il prodotto non contiene glutine ed è evitata ogni tipo di contaminazione, ma viene comunque segnalato dall'azienda che nello stesso stabilimento si produce anche il malto d'orzo)

 

  • in un pentolino cuoci gli gnocchi di riso, senza aggiungere sale nell'acqua 
  •  in una padella metti un dito di acqua e fai andare i fagioli di soia verdi (100 g: 5.3 C, 5.2 G, 14.4 P) sempre senza sale
  •  taglia a fettine il tempeh e scottalo in padella
  •  taglia i pomodorini e insaporiscili con dell'origano (senza sale)
  • impiatta e servi con salsa di soia.

Due cuscini, infiniti allenamenti

In questo workout vi mostrerò come allenare tutto il corpo con  2 cuscini propriocettivi "Physio SIt" di Fisiostore.it 

L'allenamento propriocettivo è un pratica basata sulla stimolazione del sistema neuro-motorio nella sua totalità. E' composto da un insieme di esercizi che vanno a creare situazioni di instabilità, allo scopo di valutare e migliorare l'utilizzazione dei segnali propriocettivi provenienti dalle parti periferiche del corpo, in particolare dagli arti inferiori.

Questi esercizi di controllo neuromuscolare reattivi, sono incentrati sulla stimolazione del percorso riflesso fra le articolazioni, i meccanorecettori muscolo-tendinei e i muscoli, generando un effetto perturbativo articolare che non è anticipato, stimolando così un riflesso stabilizzatore e costringendo i muscoli a lavorare per mantenere l'equilibrio e non cadere.

L'obiettivo primario dell'allenamento propriocettivo è quello di rieducare i riflessi propriocettivi, specialmente nella riabilitazione post-infortunio (ad esempio caviglia, ginocchio, spalla) al fine di ottenere nuovamente un ottimale controllo della postura e delle articolazioni interessate. Tutte le esercitazioni propriocettive devono essere proposte evitando di indossare le scarpe, in modo da non distogliere le sensazioni propriocettive dalla calzatura.

Questa caratteristica è possibile sfruttarla anche per un altro scopo: allenamento e tonificazione muscolare.

Detto in parole più semplici, si crea una destabilizzazione (ad esempio, stando in piedi su due cuscini) che mette in "crisi" il nostro corpo che, per reagire, solleciterà più muscoli possibili (in particolare il CORE retto addominale - addominali obliqui - trasverso - muscoli paraspinali - quadrato dei lombi - pavimento pelvico ) per cercare di mantenersi in equilibrio e non cadere.

Sebbene gli esercizi possano sembrare semplici, se eseguiti sui FisioSit la cosa si complica un po' : l'instabilità aumenta la difficoltà dando origine ad un tremolio che coinvolge tutto il corpo (affaticando anche muscoli che non si pensava di avere! ndr).

L'importante è attuare esecuzioni lente, mantenere il controllo e la tensione soprattutto del CORE e dei glutei in modo da rimanere in equilibrio il più possibile e non cadere :)

Il risultato finale? Tonificazione di tutto il corpo e miglioramento del sistema neuro-motorio.

NonMangioStranoMangioSano

credits: 

palestra: NCG Fitness Center - Parma

attrezzatura: www.fisiostore.it  

calzature: nike studio wrap

fonti:

http://www.my-personaltrainer.it/allenamento/allenamento-propriocettivo.html

http://www.my-personaltrainer.it/allenamento/core-training.html

https://didattica.unicam.it/Guide/PaginaADErogata.do;jsessionid=86A4BBEDEF07DE94DDDF45948B7BA3A2.esse3-unicam-prod-02?ad_er_id=2016*N0*N0*S1*10317*8163&ANNO_ACCADEMICO=2016&mostra_percorsi=S

https://didattica.unicam.it/Guide/PaginaADErogata.do;jsessionid=86A4BBEDEF07DE94DDDF45948B7BA3A2.esse3-unicam-prod-02?ad_er_id=2016*N0*N0*S1*10295*7653&ANNO_ACCADEMICO=2016&mostra_percorsi=S